INIZIA COME PITTORE, DIVENTA EDUCATORE SOCIALE

I professionisti fanno strada: Jiri Hlavacek

Jiri Hlavacek (43) è arrivato in Svizzera dalla ex Cecoslovacchia quando aveva cinque anni. L’esperienza della migrazione l’ha segnato. Dopo aver concluso il tirocinio come pittore ha sentito il desiderio di aiutare chi, appena arrivato in un nuovo Paese, si trova in una situazione svantaggiata. Per riuscirci è diventato educatore sociale.

formazione, formazione continua, apprendistato, formazione professionale

Sei entrato nel mondo del lavoro con una formazione professionale di base come pittore AFC. Spiegaci perché.
In realtà avrei voluto fare il pittore di insegne. L’azienda dove ho fatto lo stage d’orientamento, però, offriva solo un posto da semplice pittore (ride). È così che ho scoperto un lavoro straordinario. Ancora oggi mi sento orgoglioso quando passo davanti a un edificio che ho imbiancato io.

Oggi sei educatore sociale. Cosa ti ha spinto a iniziare un nuovo percorso?
Nel 1981 la mia famiglia è scappata dall’ex Cecoslovacchia e ha trovato rifugio in Svizzera. All’inizio il nostro problema principale era l’integrazione: entrare in un nuovo sistema sociale, imparare il tedesco, crearsi una rete di contatti … Non è facile per un bambino di cinque anni. Per fortuna c’era il calcio, che mi ha permesso di stringere amicizie e mi ha fatto sentire accolto. L’esperienza della migrazione mi ha segnato. A un certo punto ho iniziato a sentire il bisogno di aiutare chi, appena arrivato in un nuovo Paese, si trova in una situazione svantaggiata. Per riuscirci sono diventato educatore sociale.

Quali ostacoli hai dovuto superare?
La lingua è stata l’ostacolo maggiore. Quando siamo arrivati in Svizzera non sapevo una parola di tedesco, così come i miei genitori, che facevano fatica ad aiutarmi con i compiti. Nella maggior parte dei casi dovevo cavarmela da solo e questo ha influito sul mio rendimento scolastico.

Cosa hai imparato nella formazione di base che ritieni indispensabile anche nella tua attività quotidiana?
Lavoro di gruppo e tenacia. Il mio tutor mi stava sempre col fiato sul collo. E lo dico in senso positivo. Mi incitava a non mollare mai, a resistere anche ai miei impulsi da adolescente. Sicuramente mi ha aiutato il fatto di aver sempre amato il mio lavoro. È importante che i giovani scelgano una professione che li interessa e li incuriosisce.

Perché vale la pena iniziare una formazione continua?
Lavoravo nel campo del sociale già prima di iniziare la formazione continua ma mi mancavano le conoscenze teoriche di base. Ora che sono educatore sociale posso offrire assistenza mirata e professionale ai miei clienti. Inoltre, le mie chance lavorative sono migliorate notevolmente, così come le opportunità di guadagno. Al momento lavoro in un collegio.

Jiri Hlavacek

Età 43

Prima formazione

Pittore AFC

Altri titoli

Educatore sociale dipl. SSS

Azienda

Zürcherische Pestalozzistiftung Knonau

SULLA STRADA GIUSTA

Formazione & carriera (7 min)
La formazione professionale superiore


Link

Pianificazione della carriera
Riorientarsi, perfezionarsi, riqualificarsi: l’orientamento professionale fornisce consigli utili per pianificare la propria carriera e illustra le offerte formative disponibili.
Orientamento.ch