Guadagno di più e ho migliori opportunità di carriera

Hazir Zenuni (31) lavora come responsabile di filiale per Lidl da dieci anni. Il titolo di impiegato del commercio al dettaglio AFC però l’ha ottenuto solo da poco. Adesso sta studiando per diventare specialista del commercio al dettaglio e vuole raggiungere altri obiettivi di carriera. Senza un titolo professionale tutto questo non sarebbe possibile.

Sei arrivato in Svizzera dal Kosovo quando avevi 16 anni. Come sei entrato nel mondo del lavoro?
In Svizzera ho frequentato il nono e il decimo anno scolastico di preparazione professionale, poi ho iniziato una formazione empirica come riparatore di autoveicoli. Il mio sogno però era diventare un calciatore professionista. Quando ho avuto l’opportunità di giocare nella Challenge League con l’FC Wohlen ho puntato tutto su quello. Un infortunio alla schiena però mi ha costretto a mettere da parte i miei sogni di gloria.

E poi cosa è successo?
Un’agenzia di collocamento mi ha trovato un lavoro di tre giorni in occasione dell’apertura di una filiale Lidl, la mia responsabile ha insistito per tenermi e dopo dieci anni sono ancora qui.

E sei passato da collaboratore senza qualifiche a responsabile di filiale.
Sì. Dopo sei mesi ho sostituito il responsabile della filiale e due anni dopo ero già a capo di un piccolo supermercato. Oggi dirigo un’azienda con 34 collaboratori.

Cosa ti ha spinto a conseguire un titolo professionale nonostante avessi già un ruolo da dirigente?
Per prima cosa volevo specializzarmi nel mio lavoro, che mi piace molto. Secondo: siccome nella filiale tengo le formazioni per i futuri responsabili mi sembrava importante avere una base teorica. Terzo: voglio essere un modello per i miei due figli. Oggi avere un titolo professionale significa avercela fatta. E non è mai troppo tardi per rimettersi in gioco.

Come ti sei preparato per la procedura di qualificazione?
Grazie alla mia esperienza lavorativa ho potuto abbreviare il tirocinio di due anni. Nella scuola professionale ho frequentato un corso speciale per adulti.

Hai continuato a lavorare come responsabile di filiale?
Sì, lavoravo dal martedì al sabato e andavo a scuola il lunedì. La sera e la domenica spesso dovevo studiare. È stato impegnativo.

Il tuo datore di lavoro ti ha dato una mano?
Lidl non mi ha solo sostenuto ma anche motivato. Lo stipendio è rimasto lo stesso e ho potuto frequentare i corsi interaziendali durante l’orario di lavoro. Inoltre, i formatori mi hanno aiutato a preparare l’esame. Il sostegno della mia azienda ha reso tutto più semplice.

Quali sono secondo te le maggiori difficoltà per chi vuole conseguire un titolo professionale?
Riuscire a conciliare lavoro, famiglia e formazione. Inoltre, è stato difficile rimettersi sui banchi di scuola dopo tanto tempo. Sono molto orgoglioso di avercela fatta.

Oggi sei impiegato del commercio al dettaglio. Quali sono i vantaggi?
Ora che ho una solida base teorica mi sento davvero a mio agio: i collaboratori mi rispettano di più e riesco a capire meglio la situazione degli apprendisti. Last but not least: ho uno stipendio più alto e migliori opportunità di carriera.

Quali sono i tuoi obiettivi professionali?
Al momento mi sto preparando per l’esame di professione di specialista del commercio al dettaglio. Il mio obiettivo è diventare responsabile regionale, una funzione che mi permetterebbe di dirigere da quattro a sei filiali. I segnali sono positivi, a patto che riesca a superare l’esame … (ride). Senza un titolo professionale tutto questo non sarebbe possibile.

Hazir Zenuni

Età: 31 anni

Titolo:

Posizione:

Impiegato del commercio al dettaglio AFC
Responsabile di filiale

REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE DEGLI ADULTI

In Svizzera esistono circa 250 formazioni professionali di base. Anche gli adulti possono conseguire, in qualsiasi professione, il titolo corrispondente, sia esso un attestato federale di capacità (AFC) o un certificato federale di formazione pratica (CFP).

Per conseguire un titolo professionale sono necessari questi requisiti:

  • padronanza di una lingua nazionale
  • buone competenze di base
  • motivazione e tenacia.


TESTIMONIANZE

TESTIMONIANZE